ATS - Air Treatment System Srl
Via Gioberti, 3
20090 Trezzano S/N (MI) - Italia
Codice Fiscale e P. Iva 10041500157

  • T. +39 02 48400626
  • F. +39 02 48400674
  • E. info@atsecologia.it

ATS ha vinto la gara per l'installazione dei DeNOx SCR del termovalorizzatore di Saran (Francia)

Il gruppo VEOLIA risulta uno dei leader mondiali nella gestione ottimizzata delle risorse. Con quasi 169.000 impiegati, VEOLIA progettta e fornisce soluzioni integrate per la gestione di acqua, rifiuti ed energia per contribuire allo sviluppo sostenibile di comunità ed industrie. Nel 2018, il gruppo VEOLIA ha prodotto quasi 53 milioni di megawatt ora di energia e convertito 49 milioni di tonnellate di rifiuto in nuovi materiali ed energia.

L'approccio di VEOLIA verso la responsabilità sociale, ambientale e societaria è integrato nella sua stessa strategia, nel suo modello e durata di business. Il suo modello di riferimeno sono infatti gli Obiettivi per uno Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite in cui sono stati identificati nove impegni per lo sviluppo:

1. Sostenibilità nella gestione delle risorse naturali con la spinta verso un'economia circolare.
2. Contributo alla lotta ai cambiamenti climatici, con un obiettivo ben stabilito per il 2020, ossia una riduzione delle emissioni pari a 100 milioni di tonnellate di CO2 equivalenti, e ulteriori 50 milioni di tonnellate di CO2 equivalenti evitate.
3. Conservare e restaurare la biodiversità.
4. Costruire un nuovo modello di relazioni e valori con i propri partner.
5. Contribuire allo sviluppo locale.
6. Fornire a mantenere servizi essenziali per la salute e lo sviluppo umano.
7. Garantire un ambiente di lavoro sicuro e salubre.
8. Incoraggiare l'impegno e lo sviluppo della carriera di ogni impiegato.
9. Garantire il rispetto della diversità e dei diritti umani fondamentali all'interno dell'impresa

Proprio questa spinta verso un'economia circolare e di soluzioni innovative ha permesso a VEOLIA di assicurarsi il rinnovo del contratto di gestione dell'impianto di termovalorizzazione di Saran. Contratto all'interno del quale è prevista una riduzione di 5 volte il quantitativo di ossidi di azoto raggiungendo limiti nell'ordine dei 25 mg/Nm3, riducendo in questo modo, in maniera decisiva, l'impatto dei gas serra e la loro ricaduta nelle zone circostanti.



Vista dell'impianto di Saran

 

L’Unità di Valorizzazione Energetica (UTOM) di Saran è composta da due linee di incenerimento uguali tra di loro, in particolare:

  • 2 forni a griglia L1 e L2, di capacità 2 x 7 t/h a un PCI 2.200 kcal/kg

In tale quadro VEOLIA ha deciso di affidare ad ATS la realizzazione di due nuovi DeNOx SCR "low dust" che saranno installati a valle degli elettrofiltri esistenti. In tale posizione infatti si ha una condizione tale da:

1. Permettere un funzionamento in continuo senza bisogno di rigenerazione termica: la temperatura superiore ai 280°C infatti permette, nonostante in tal punto non vi sia ancora un trattamento degli ossidi di zolfo, di non avere formazione di depositi di bisolfato d'ammonio.
2. Non avere un fenomeno accentuato di erosione grazie alla presenza degli elettrofiltri a monte.
3. Permettere un'alta efficienza di reazione tale che, su richiesta di VEOLIA, ATS ha garantito un valore inferiore del 50% al valore più basso previsto nel BREF incenerimento: la garanzia fornita infatti è di soli 25 mg/Nm3 di NOx a camino. Un valore di emissione tra i più bassi in Europa!